Aspettando…

Ciao Amici,

Quanto tempo è passato dall’ultimo salto della cavalletta…in questo momento di preparazione alla maternità sono poco attiva online, mi scuso con tutte le care amiche virtuali a cui non faccio più da tempo una visitina!

Le mie giornate trascorrono lente nella mia nuova dimensione casalinga, tante le cose fatte fino ad oggi diverse spesso da quello che mi balenavano in mente il giorno prima…

Abbiamo comprato e montato la cameretta per il piccolo, rigorosamente IKEA questa qui.
Preso il trio, ecco, altro capitolo pungente, avevamo le idee ben chiare, ma quando abbiamo iniziato a visitare i negozi, tutto è cambiato, in bella mostra set dal costo di 700 –> 1000 euro…robe da matti, così abbiamo deciso di prendere tutto online su ebay,questo nel colore grigio-verde. Sembra fatto davvero bene, la struttura è bella solida e resistente!
Altro acquisto fortunato, il cuscino per l’allattamento, questo, ne sono entusiasta perchè mi sta aiutando tantissimo a sostenere la schiena, la pula di farrò si adatta perfettamente alle mie curve e poi è fatto davvero bene!
E per finire lo shopping online…la famosa fascia porta bebè, vedremo se riuscirò ad indossarla correttamente!

Ed ecco che con immenso orgoglio vi mostro le mie creazioni per il piccolo Leonardo!

 

 

Spero vi piacciano io ne sono molto orgogliosa!

Alla prossima Amici, e chissà che il prossimo salto della cavalletta sia in sala parto! 😉

 

 

Annunci

Un segnalibro a uncinetto

Ciao Amici,

rieccomi qui come ogni sabato mattina a mostrarvi cosa le mie mani hanno combinato!

Oggi è il compleanno della mia amica Grazia e ho deciso di farle un regalo prezioso…un diamante da Tiffany

Ma il libro!

A parte gli scherzi, il regalo era un altro, questo libro è servito a strapparle un sorriso e a non farle dire più che desidererebbe tanto un diamante da Tiffany!!! Giusto?

Ma non potevo non  infilarci dentro qualcosa fatto da me, con tutto il mio affetto…ecco che ho pensato e ripensato….
In questo periodo mi sono fissata con l’uncinetto… perfetto! Un segnalibro ad uncinetto è quello che mi serve; ho cercato in rete qualcosa che mi potesse ispirare, ma nulla mi ha colpito in modo particolare, o forse volevo fare solo qualcosa di diverso e personalizzato…ma cosa? so fare solo fiori e coperture di barattoli…ecco alla fine cosa mi è uscito fuori, non è perfetto lo so, ma è il mio primissimo segnalibro, un pezzo unico (almeno, in giro non ne ho visti uguali) e fatto con tanto impegno!!! sotto l’immagine c’è anche uno slideshow con tutte le angolature

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Manco a farlo apposta, la catenella è esattamente lunga quanto il libro così che da chiuso non rovina le pagine (odio chi piega gli angolini per non perdere il segno…) e sia da capo che da fondo rimangono fuori due tenerissimi fiorellini!

Che ne pensate? A me è piaciuto così tanto che ne sto facendo altri!

Alla prossima, Amici!!!

 

Ancora porta candela?

Ciao Amici!

Non posso farci nulla, ormai consumo yogurt in vasetti di vetro solo  per poi creare altri porta candela!

Con la tecnica dello scorso post, ho creato una copertura del vasetto ad uncinetto e filo di lana:

 

Poi, non ancora soddisfatta ho creato qualcosa di più… romantico, che ho fatto anche per la mia amica.

In merceria ho acquistato del pizzo, ne esistono di vari prezzi dipende dalla lavorazione e dal filo utilizzato, cotone o seta, ma se avete qualche vecchia camicia da notte donata dalla vostra nonna ma non “indossabile”, potete riciclare il pizzo che sicuramente non mancherà sul decoltè!

Basterà poi incollare due estremità con una colla a presa rapida, il gioco è fatto!

 

Con un nastrino in cima sarà sicuramente più dolce!

Che ve ne pare? Quest’ultimo con il pizzo lo trovo delizioso anche in occasione di un matrimonio come cadeau insieme ai confetti o per creare una tenera atmosfera al tavolo dei vostri invitati.

Semplice, economico e d’effetto!

Alla prossima Amici!

Coprivaso o copritazza all’uncinetto

Buongiorno Amici!

Oggi di buon mattino vorrei mostrarvi cosa hanno prodotto le mie mani ieri sera!

Questo è il periodo più creativo degli ultimi 7 anni anni, ho tantissima voglia di provare nuove tecniche e ieri sera è toccato all’arte dell’uncinetto, complice anche la miriade di immagini in tutte le community che esortano a quest’arte antica ma sempre di moda!

Quand’ero piccola per tenermi buona, le mie nonne mi insegnavano ciò che sapevano fare meglio, dal ricamo, al cucito, all’uncinetto! Inutile dire che ho la fortuna di possedere delle vere e proprie opere d’arte che con immensa gioia tramanderò ai miei figli…

Su FB, da tempo seguo il gruppo Scuola di uncinetto per negati di Alessia Gribaudi Tramontana, composto da molte ragazze, anche completamente neofite che si scambiano consigli, insegnamenti, foto e opinioni sull’arte dell’uncinetto. La cosa che mi piace maggiormente è proprio l’emozione che si percepisce quando qualcuno condivide la foto del proprio lavoro, dal più semplice al più complesso, la soddisfazione è enorme!

Ispirandomi al post di Alessia ho realizzato il mio personale copritazza!

copritazza o coprivaso a uncinetto

Non è perfetto, lo so, per questa tazza dovevo farlo almeno un giro più alto, ma ho pensato sinceramente ad un copri tazza per quando voglio sorseggiare il mio the, senza però ustionarmi! Basta svoltare l’orlo in alto e possiamo bere tranquillamente dalla nostra tazza.

Per questo lavoro ho utilizzato le seguenti tecniche:

Maglia alta
lavorazione in tondo per due giri, con due ingrandimenti
ho proseguito il lavoro senza ingrandimenti e senza riduzioni, una maglia alta in ogni maglia alta sottostante
l’orlo, l’ho rifinito tutto a maglia bassa poiché lo trovo più carino!

Se volete imparare guardare degli ottimi video tutorial, vi consiglio di seguire ARTEC che trovo estremamente brava nelle spiegazioni (assolutamente in italiano…)!

Sono già pronti altri esperimenti per la Cavalletta…

Alla prossima!!!

Ciao