Aspettando…

Ciao Amici,

Quanto tempo è passato dall’ultimo salto della cavalletta…in questo momento di preparazione alla maternità sono poco attiva online, mi scuso con tutte le care amiche virtuali a cui non faccio più da tempo una visitina!

Le mie giornate trascorrono lente nella mia nuova dimensione casalinga, tante le cose fatte fino ad oggi diverse spesso da quello che mi balenavano in mente il giorno prima…

Abbiamo comprato e montato la cameretta per il piccolo, rigorosamente IKEA questa qui.
Preso il trio, ecco, altro capitolo pungente, avevamo le idee ben chiare, ma quando abbiamo iniziato a visitare i negozi, tutto è cambiato, in bella mostra set dal costo di 700 –> 1000 euro…robe da matti, così abbiamo deciso di prendere tutto online su ebay,questo nel colore grigio-verde. Sembra fatto davvero bene, la struttura è bella solida e resistente!
Altro acquisto fortunato, il cuscino per l’allattamento, questo, ne sono entusiasta perchè mi sta aiutando tantissimo a sostenere la schiena, la pula di farrò si adatta perfettamente alle mie curve e poi è fatto davvero bene!
E per finire lo shopping online…la famosa fascia porta bebè, vedremo se riuscirò ad indossarla correttamente!

Ed ecco che con immenso orgoglio vi mostro le mie creazioni per il piccolo Leonardo!

 

 

Spero vi piacciano io ne sono molto orgogliosa!

Alla prossima Amici, e chissà che il prossimo salto della cavalletta sia in sala parto! 😉

 

 

Annunci

Per la serie: Non si butta via niente!

Ciao Amici,

scusate la lunga assenza, ma ho una fiacchezza incredibile…dormirei intere giornate! Una cosa è sicura, ho una certa dispersione di energie; il piccolino deve crescere e io mi stanco facilmente.

Il pancino cresce e la mattina quando apro l’armadio devo armarmi di tanta fantasia, finché non arriva la primavera, quella vera però, non so che indossare e se vai nei negozi e già tutto estivo… Nel mio armadio guardo le magliette e i pantaloni acquistati qualche mese fa e mai indossati con la consapevolezza che non mi entreranno mai più..Non ho amiche o parenti leggermente più magre di me, o portano la 38 oppure la 46, come tante cose sarebbero finite nel cassonetto giallo della caritas e invece, visto che non sono nella posizione di buttare via alcun vestito, ho deciso che dove possibile riciclerò tutto, armandomi di pazienza, buona volontà e creatività!

Ecco che ho deciso di “sacrificare un magliettina in cotone elasticizzato per poter indossare un paio di pantaloni ancora nuovi. L’ispirazione è arrivata da vari siti americani…ragazze, grazie!

Cliccate sulle immagini per visualizzarle bene.

 

 

Ho per prima cosa eliminato il cinturino e la cerniera dei pantaloni, tagliato la maglia all’altezza della scollatura, per non sprecare nemmeno un centimetro di stoffa. Ho girato al rovescio pantaloni e maglia, poi ho cucito a macchina il lato della maglia appena tagliato e il lato tagliato dei pantaloni.

Quale sarà la prossima maglia ad essere sacrificata?

Alla prossima amici!